K. F.

Mi è piaciuta la spontaneità nel raccontare tante cose, intime e femminili.